Archivio per la categoria: Grazie a Dio è Venerdì

Tradizionale Discorso di Fine Anno di Epruno alla Nazione

Carissimi

Come da tradizione, anche io rivolgo il mio messaggio di fine anno 2021.

Io non ho un mandato che mi scade, rimarrò Epruno fin quando il Signore lo vorrà e pertanto le mie considerazioni sono scevre di scenari legati a scadenze.

Chi rischia di scadere è l’uomo, lo abbiamo visto con la sua fragilità messo a rischio nelle cose che più lo divertivano, il sesso (aids) e i rapporti collettivi, le partecipazioni ad eventi, gli stadi e le movide (il covid) se a questo aggiungete la circostanza che la tavola era stata bandita da qualunque dietologo e rimane vincolata alle sue evocazioni mediatico-televisive dei “si chef” dei “master chef” dei “ristoranti in competizione televisiva” ……. Vi chiederete “che vita!”

Non vi voglio neanche evocare ciò che è stato l’anno vissuto poiché abbiamo parlato soltanto di contagi e già potremmo chiudere qui questo discorso se non ci fosse stato chi dietro questa quinta mediatica abbia continuato ad esercitare male un ruolo pubblico, o si sia trovato le opportunità per speculare, il mondo cattivo è andato avanti, il mondo buono ha perso alcuni pezzi.

Ci hanno lasciato amici cari o figure pubbliche a noi familiari, ma grazie al cielo in questo 2021 sono nati tanti bambini che quando cresceranno non ricorderanno nulla di questi tempi e la vita continuerà.

Per lo sport e per l’Italia è stato un anno stranamente straordinario, vincere un europeo di calcio era un sogno che cullavamo da anni e vincerlo in Inghilterra non ha avuto prezzo e poi contro gli inglesi. Che dire delle olimpiadi differite di un anno, contingentate ma vittoriose e per tutti con un uomo sul tetto del mondo per il salto in alto e soprattutto l’uomo più veloce del mondo nei 100 m , ma chi lo avrebbe detto mai, noi popolo di spadaccini.

Ma malgrado tutto preferisco vincere di meno e non avere più il covid.

Ci ha riportati alla realtà il calcio locale con l’ammirevole “Hera Hora” che con i colori rosa nero tiene in piedi i colori del Palermo in una serie C infernale ma nessuno si azzardi a fare discorsi su come stavamo prima visto che ciò che avevamo non solo lo abbiamo suicidato ma lo abbiamo messo nelle mani di chi non vedeva l’ora di cancellarci dallo scenario nazionale. Abbiamo vissuto un sogno comprato tra Venezia e il Friuli di come sarebbe stato un Palermo in serie A e addirittura in coppa per ritornare alla nostra dimensione sportiva cittadina di realtà a cavallo tra la C e la B.

La città si sta svegliando dai sogni e dalle visioni che abbiamo raccontato agli altri e ai quali abbiamo voluto credere, la realtà è una città cantiere, in parte degradata, in parte trascurata ma fortemente ideologizzata, ma fondamentalmente una città in forte ritardo rispetto alle pari città europee. La città è stata narrata in una determinata maniera, accogliente, visionaria, virtuale ma adesso da modello fantastico è giunta l’ora che questa diventi una “città normale” malgrado i suoi difetti e che tutti se ne prenda atto.

Chi ha a cuore questa città la deve sognare normale, e sbracciarsi per correggere tutte le scelte sbagliate spesso dettate da posizioni ideologiche, di parte e di nicchia, portare a compimento quanto di buono è stato avviato, scegliere uomini di buona volontà e soprattutto valorizzare le competenze che si riscontrano nella storia e nei fatti e forse troveremo qualche cicatrice in più in costoro, qualche cellulite in più rispetto a un bel paio di gambe o ad una bella apparenza normale, ma ciò che potremo portarci nel futuro proveniente dal passato è il detto che “chi sa fa” e non ha bisogno di sbandierarlo ai quattro venti.

A differenza degli specialisti della comunicazione e degli ancor-man, di un tecnico che ha fatto bene il suo dovere (e vale non solo per i tecnici, ma per tutti i professionisti), che passa il tempo seduto a lavorare o sul posto dove giornalmente si manifesta la necessità, non ne conoscerete mai il volto mediaticamente perché ciò rientra nella normalità.

Sentirete chiedere “chi è il responsabile” non per distribuire medaglie ma per addossare l’onere della colpa di qualcosa che è andata male ed allora ne vedrete il volto e il nome.

Pertanto uomini di buona volontà, per voi non c’è un concorso, ma fatevi avanti abbiamo una città da ricostruire specialmente dopo gli ulteriori danni che questa pandemia sta portando.

Un augurio di meno visioni, teoremi e ideologie e maggiore praticità. Un abbraccio, Buon 2022 a Tutti Voi. Epruno.

 

In occasione della fine dell’anno 2021, a reti unificate (Facebook profilo “La Voce di Epruno”; Facebook gruppo “Io leggo Epruno”; Facebook gruppo “Gruppo d’Ascolto di FQNS – La Voce di Epruno”; Facebook pagina “Epruno, il Bello della Vita”; blog “www.epruno.it/”)

“Viditi che è brutto!” (s.v.)

Immaginate, ma soltanto immaginate come si faceva negli incipit delle favole, in una mattina, ai giorni d’oggi, di svegliarvi e sentirvi un pò sopra temperatura e di voler prendere per scrupolo uno di quei moderni termometri che ormai sono diffusi nelle nostre case e dopo averlo adoperato per il tempo previsto, leggere sul display la temperatura di 38° celsius ………………

Terrore!

Immaginate in un istante di sentirvi catapultato in un mondo che non vi appartiene e di contro di non sapere ciò che vi sta accadendo, iniziate a fare tutte le congiutture eliminando le ipotesi più, a vostro giudizio, pur sapendolo vi accertate di esservi sottoposto ad entrambe le dosi vaccinali del più potente ed indiscusso vaccino sulla piazza. Immaginate di aver fatto già in passato un paio di tamponi, di aver sempre rispettato la mascherina nei luoghi affollati, anzi di averli evitati del tutto ove possibile.

Immaginate di aver rivisto i fotogrammi in mente di tutti gli incontri sul lavoro anche con quei colleghi più “sperti” che già da tempo avevano abbandonato l’uso della mascherina, perchè fa più “macho”, immaginate, ma solo immaginate di aver saputo che uno di questi che quel giorno che vi parlava a 80cm di distanza ed era raffreddato, era poi risultato “positivo” e che in conseguenza di ciò avevate fatto già tre tamponi a cadenza di due giorni l’uno dall’altro, ma che erano già passate tre settimane da quell’incontro.

Leggi il resto dell’ articolo »

Oggi dovremmo ringraziare il cretino specializzato?

Carissimi

Diceva il grande Flaiano “oggi anche il cretino è specializzato” e questa cosa terribile è avvenuta grazie alla diffusione dell’informatica ed il sottoscritto per essere stato un alfabetizzatore meriterebbe l’ergastolo per il crimine contro l’umanità perpetrato.

Tutti gli elementi in questo mondo se presi a parte non fanno alcun danno, ma alcuni di loro se messi insieme sono addirittura devastanti, chi di voi ha mai sentito parlare del triangolo del fuoco sa a cosa mi riferisco.

Prendete l’informatica, una scienza per cretini, basata su due soli concetti “acceso” e “spento”, “0” e “1” ma attraverso questo approccio semplice si sono creati progetti e programmi tra i quali ad esempio quello con il quale vi sto scrivendo o con i quali voi mi leggerete. Incontrare mentalità complesse e già in età e riportarle alla semplicità della logica di base, dell’informatica, ai “bit” e “bite”, ad “echo on e echo off”, fu una impresa non da poco anche dovuta al fatto che parallelamente vedevamo il neonato nella stanza accanto diventato dopo poco padrone di questi strumenti informatici dandoci frustrazione.

Leggi il resto dell’ articolo »

Invenzioni e Scoperte – Sondaggio di Sabato 31.07.2021

Tante sono le invenzioni o le scoperte che il genere umano ha fatto durante la propria storia

Di alcune non sapremmo proprio farne a meno, di altre ammettiamo la loro importanza. Scegliamone 5 da questa lista certamente non completa.

 

 

Leggi il resto dell’ articolo »

Sondaggio di Sabato 24.07.2021 – Attori del nuovo cinema italiano

Il nuovo cinema italiano ed alcuni tra le sue eccellenze giovani e meno giovani.

Scegliete la vostra terna.

 

 

Leggi il resto dell’ articolo »

Sondaggio di Sabato 17.07.2021 – Nomi strani in Sicilia

Premesso che il nome lo fa chi lo porta

Premesso che tutti inomi sono belli per chi li riceve (forse…..)

 

 

Leggi il resto dell’ articolo »

Il sondaggio di Sabato 10.07.2021 – “C’era una volta…..”

Ho la necessità di tornare a sentire raccontare le favole della mia infanzia

Posso esprimere 5 preferenze 

 

 

Leggi il resto dell’ articolo »

Sondaggio di Sabato 03.07.2021

Faremo questa settimana un gioco “scellerato”, come se si potesse scegliere il meglio tra tanta bellezza, ipotizzeremo che:

Vorrebbero regalarmi per casa mia tre di questi quadri originali, quali scegliereste, non tenete conto delle dimensioni reali, suppongo che in un caso come questo “capi a casa quantu voli u patruni”

 

 

 

 

 

 

 

 

Leggi il resto dell’ articolo »

Sondaggio di Sabato 26 Giugno 2021

Fa Tanto Caldo

Desidero fresco a dismisura o sono ostinato? Fate le vostre 4 scelte ……………

 

 

 

 

Leggi il resto dell’ articolo »

Sondaggio di Sabato 19.06.2021

Quali di questi film avete apprezzato per la regia, ma anche soltanto come film? I titoli che seguono nel ventennio preso di riferimento vinsero l’Oscar per la migliore regia.

Possibile esprimere fino a 4 preferenze

 

 

Leggi il resto dell’ articolo »