Archivio per la categoria: Gedanken

21 Aprile Epruno Racconta 1

19 Maggio Epruno Racconta 2

24 Maggio in Ricordo di Daniele

6 – 9 Giugno Una Marina di Libri 2024

10 Novembre Palazzo del Poeta

Sarà un teatro spento

Domenica 22 Ottobre 2023, nessun conto alla rovescia. Sarebbe stata la domenica di “Leggendo Epruno 12”, una “promessa non mantenuta” (avrò ritardato nella mia vita, ma mai mancato una promessa), ma ci sono priorità nella vita che ti “investono” a sorpresa, ci sono assenze che ti colgono e ti tolgono qualunque desiderio di “sorridere” o di stare in mezzo alla gente. Leggendo Epruno è tutto questo, non è una passerella o una ribalta personale, in questi casi bisogna rinunciare a quanto ci sta più a cuore per lasciare spazio all’elaborazione. Ci sarà tempo per gli Amici che sapranno aspettarmi e godersi come sempre “il meglio della vita”. Arrivederci al prossimo anno ❤

Eprunica Eresia – Una marina di libri – 9.6.2023 ore 20.30

Eprunica Eresia – Una marina di libri – 9.6.2023 ore 20.30

Un onore essere ospite di una rassegna così importante insieme a scrittori importanti e poter parlare di quello che scrivo (non avendo ancora scritto libri) ma in mezzo all’editoria indipendente, la vera forza di questo mondo, la vera opportunità per tutti coloro che hanno qualcosa da dire e manifestano talento nel saperlo scrivere.

Eresia nel mio caso è continuare a difendere dei principi per molti desueti, a volte finisce per essere eresia il volere difendere la normalità.

E’ stata una festa insieme a coloro che leggono, mi leggono e condividono con noi questi principi basilari dell’eprunismo: il sogno, il viaggio e la pazzia ……

E ricordate sempre, Se non son pazzi non li vogliamo

Epruno

“Le Vite degli Altri” 30.04.2023 domenica alle ore 18.00

Al Parco Villa Filippina (piazza San Francesco di Paola 18) 30.04.2023 domenica alle ore 18.00 arriva il terzo appuntamento dal titolo “Le Vite degli Altri” della rassegna “Leggendo Epruno”, reading a più voci con immagini e contenuto musicale. Un format originale e scanzonato che racconta stati d’animo, sensazioni ed esperienze personali su tematiche culturali, politiche e sociali, oltre che sui grandi temi di attualità narrati anche in modo originale e dissacrante, che ha già visto undici edizioni negli anni precedenti. Ci riprovo  e dopo sei anni ripropongo una minirassegna  di quattro spettacoli, al Planetarium di Villa Filippina, l’ultima domenica del mese, alle ore 18.00 nei seguenti giorni del 2023. 

2° Minirassegna di Leggendo Epruno

Al Parco Villa Filippina (piazza San Francesco di Paola 18) domenica 26 marzo alle ore 18.00 arriva il secondo appuntamento dal titolo “La massa” della rassegna “Leggendo Epruno”, reading a più voci con immagini e contenuto musicale. Un format originale e scanzonato che racconta stati d’animo, sensazioni ed esperienze personali su tematiche culturali, politiche e sociali, oltre che sui grandi temi di attualità narrati anche in modo originale e dissacrante, che ha già visto undici edizioni negli anni precedenti. Ci riprovo  e dopo sei anni ripropongo una minirassegna  di quattro spettacoli, al Planetarium di Villa Filippina, l’ultima domenica del mese, alle ore 18.00 nei seguenti giorni del 2023. 26 Febbraio, 26 marzo, 30 Aprile, 28 Maggio. Inizieremo con “In Musica”, continueremo con “La Massa”, poi sarà il turno di “La Vite degli Altri” e infine uno stralcio inedito di “Leggendo Epruno 7”. Sono certo di fare cosa gradita replicando spettacoli all’epoca ospitate in location più piccole del Real Teatro Santa Cecilia che non hanno potuto accontentare tutte le richieste di posti. Spero solo di replicare il successo del Ditirammu (dal 6 Marzo al 12 Giugno 2016) in occasione della prima rassegna.

“In Generale” ottiene il suo scopo

Sette giorni fa, mi sono sentito come Otto e Barnelli. Dover leggere, mandare avanti le slides, fare le veci del direttore di palco che chiamava in scena i lettori, ma è stato bellissimo ed è piaciuto. l’ultimo brano parallelamente pubblicato su ilsicilia.it ha già superato le 1600 aperture a testimonianza che non sono i mezzi che contano ma i contenuti. Pino Apprendi uomo di esperienza anche nel campo dello spettacolo, ha trasformato un’area rudere di guerra dedicata alla memoria dei giusti in un quartiere storico, una piazza virtuale di aggregazione e di opportunità, una piccola ribalta per i progetti giovani e per l’espressione artistica, all’interno di un contenitore chiamato “Alloro Festival” e se è vero che di cultura non si mangia, se ci sono i cervelli e i contenuti, basta poco per fare CULTURA.