Adesso, Leggendo Epruno 7

 

Domenica 28 Ottobre 2018 ore 18.00 al Real Teatro Santa Cecilia Palermo

Siamo al 7° episodio di “Leggendo Epruno” dedicato in questa occasione a “Crongoli”, un paesino di montagna povero posto a 1.100 m. sul livello del mare e fatto di gente semplice, circa 170 anime, tra uomini ed animali, dove si applica la “democrazia diretta” e non c’è bisogno di un organo di governo, di un referendum, ma basta il bar di Franco dove si passa il tempo a discutere di grandi temi che affliggono il piccolo centro con molta praticità e soprattutto risolutezza, essendo sempre pronti a litigare ogni qual volta il sindaco, l’unico istruito, al suo ritorno dai viaggi a Palermo, usi un termine a loro sconosciuto e per questo reputato offensivo.

Attraverso Crongoli e le umane vicende dei suoi abitanti, gente semplice, l’autore osserva e ironizza i comportamenti umani, e scherza sulla politica dei giorni d’oggi con misura e mai irriverenza, concedendosi spazi di ironica presa d’atto di come si sia perso con il tempo il piacere della semplicità.

Gli stralci utilizzati nella “narrazione” presi da un libro mai completato, ma pubblicati nel tempo sui social, hanno sempre trovato il successo tra chi conserva un senso di malinconia per il tempo che fu e chi cerca un’oasi di rifugio tra gente semplice per una vita semplice.

Il format originale ormai consolidato si snoda attraverso 12 “quadri di narrazione”, con sottofondo musicale e immagini, ognuno accompagnato da brani buona parte inediti e scritti per l’occasione da Epruno, divenuti dei “pensieri” (già mai delle verità assolute).

Come nei precedenti incontri di “Leggendo Epruno” accoglieremo il consiglio di Erasmo da Rotterdam (nominato eprunista ante litteram ad honorem) divenuto il motto Eprunico “chi sembra saggio fra voi, diventi folle per essere saggio” e misureremo la nostra “pazzia”.

Ci concederemo le consuete stravaganze ironiche insieme a momenti seri, con la certezza dataci da Erasmo che “trattare argomenti leggeri in modo da creare l’impressione che si è fatto tutto fuorché parlare a vanvera è invece l’apice della finezza briosa.

Leggendo Epruno è una occasione d’incontro degli amici ed estimatori dell’autore, rappresenta un periodico momento d’incontro per la community mediatica e basa la sua unicità di genere nella volontaria partecipazione dilettantistica dei lettori.

Come ogni anno Mario Caminita sarà la voce narrante e quest’anno avremo il gradito ritorno alla lettura di una brava attrice e amica eprunista Stefania Blandeburgo (non sarà l’unica sorpresa della serata). Completeranno la squadra Carmelo Castronovo, Fabio Cocchiara, Gaetano Perricone, Manfredi Agnello, Mario Caminita, Tony Paladino, Libero Tormento, Maurizio Salustri, Nadia Spallitta, Renzo Botindari (Epruno – autore dei testi), Silvia Testa, Tiziana Caccamo, Tommaso Gioietta, Totò Cianciolo. Impreziosirà il tutto le vignette di Franco Donarelli, la regia audio e luci di Roberto Fontana (AVL Produzioni) e dei tanti amici a partire da Maria Luciardello che in sala ci daranno un prezioso aiuto.

La Voce di Epruno – Appuntamento Domenicale con la “Replica”

Un Quarto Pieno – “La Voce di Epruno” 1°p.

 

AUDIO – EDITORIALE – Un quarto pieno – Letto da Mario Caminita – TESTO EDITORIALE

AUDIO – La Voce di Epruno – PARTE 1 – Editoriale, Introduzione, Radio Londra

AUDIO – La Voce di Epruno – PARTE 2 – Giampiero Cannella, Almanacco Antonio

AUDIO -La Voce di Epruno – PARTE 3 – Athos, Er Ventresca, Finale

 

Siamo partiti a razzo anche questo terzo anno. E’ facile fare radio quando accanto a te hai due professionisti come Mario Caminita a condurre e  Rino Sparacino alla sapiente regia. Come sempre, ho avuto necessità di riascoltarmi per tarare il risultato finale. La diretta ha il suo fascino, ma la post-produzione ha il suo peso specialmente in un programma di taglio breve. Mario ha letto sempre con la sua voce piena di fascino, l’editoriale da me scritto per questa occasione.

Il primo ospite dell’anno e stato l’Amico Giampiero Cannella (Eprunista, On. , Giornalista ed Ass. alla Cultura del Comune di Palermo), con lui abbiamo parlato di Comunicazione. Abbiamo ritrovato i messaggi di “Radio Londra” del Colonnello Mc Castrur (Karmel)  e l’Almanacco di Antonio da Milano. La nuova squadra di inviati ci ha fatto ritrovato vecchi Amici come l’esperto di costumi (Athos) che ci ha parlato di crisi dei mercati …. Infine, abbiamo cercato ed aspettato inutilmente Libero Tormento , penso proprio  che quest’anno ci darà molti pensieri. Un grazie anche a Gioacchino Caponetto che ci ha lasciato il testimone intervenendo all’inizio del programma per un saluto e come dimenticarsi del nostro “sponsor” personale che quest’anno finanzierà le nostre dirette da Montecitorio (Er Ventrasca – La Mejo Porchetta de Roma) …………..che sa da fa ppe campa!

File sonori della puntata andata in onda: Sabato 3 Dicembre 2011 alle ore 11.00, con repleche: Domenica 4 Dic (ore 9.00 ed ore 20.00); Lunedì 5 Dic (ore 6.00); Mercoledì 7 Dic (ore 23.00)